Studio Legale Commerciale Villecco & Associati

News

  1. Home
  2. /
  3. Attualità
  4. /
  5. Check Up strategico –...

Check Up strategico – Imprenditori di successo

Capita spesso di chiedersi se una determinata formula imprenditoriale debba considerarsi in maniera positiva o meno. Capita al giovane che cerca impiego e che punta a valutare le aziende cui inviare il proprio curriculum, così come capita al funzionario di banca che si trova ad istruire una pratica di affidamento per un’impresa cliente.
Anche l’imprenditore, o il management, dovrebbe procedere alla periodica revisione critica della propria formula imprenditoriale, con lo scopo di massimizzare lo sfruttamento del proprio potenziale economico, ovvero di risanare una situazione declinate, oppure, ancora, per assumere misure di ristrutturazione o uscita non più rinviabili.
Valutazioni di tale tipo devono farsi con riferimento alle seguenti dimensioni dell’azienda:
– La propria offerta di prodotto o servizio
– Il proprio mercato di riferimento e lo spazio in esso conquistato,
– La propria organizzazione
– Il contesto delle forze economiche e sociali che sono chiamati a partecipare alla vita dell’azienda
– Il sistema degli attori sociali interessati.
Solo la più intima coerenza nelle relazioni tra le diverse componenti della funzione imprenditoriale può consentire una condizione di successo per l’azienda, costituita generalmente sulla base di un progetto industriale semplice, chiaro, innovativo.
Quali sono dunque le formule imprenditoriali di successo?
Non possiamo dire che vi siano formule generali, standard, giacché il mercato innova continuamente e, ad esso, le aziende rispondono cambiando continuamente le configurazioni degli elementi costituenti la propria formula imprenditoriale.
Possiamo però dire quando una formula ha successo o meno. Fatto ciò, possiamo anche risalire alle ragioni di tale successo e, se del caso, anche elaborare le strategie per recuperare il potenziale economico ancora non espresso.
In generale, possiamo considerare di successo una formula imprenditoriale quando riesce ad ottenere contemporaneamente i seguenti risultati:
– Il successo competitivo, con la misura della capacità dell’impresa di imporsi sul mercato col proprio prodotto;
– Il successo reddituale, con la misura della capacità dell’impresa di remunerare adeguatamente i propri fattori produttivi;
– Il successo sociale, con la misura della capacità dell’impresa di attrarre attori sociali importanti per il proprio funzionamento, come lavoratori e azionisti.
Raccogliendo i necessari dati di misurazione, possiamo posizionare l’impresa nell’area di successo o insuccesso, prevedendo pure i percorsi di crisi verso cui è avviata e le esigenze di consolidamento cui deve indirizzarsi per effetto del mutarsi delle condizioni d’ambiente o della pressione degli attori sociali.
Managers e imprenditori che periodicamente si pongono le domande giuste e verificano lo stato di salute strategico della propria azienda mostrano quell’attitudine al cambiamento ed all’innovazione che costituisce la risorsa principale del vantaggio competitivo e la migliore risorsa distintiva con cui attrarre il necessario consenso sociale.
Il processo di pianificazione strategica, con la redazione triennale del proprio progetto imprenditoriale e la verifica annuale in sede d’approvazione del bilancio, può rappresentare un utile strumento gestionale per assicurare all’azienda una strategia atta a preservarne la continuità e l’autonomia.
 

Dr. Saverio Carlo Greco
SLCV
 

Condividi su:
Studio Legale Commerciale Villecco
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Follow by Email
LinkedIn
Share